Progetto finanziato dall'Unione Europea
5 Luglio 2024

Il ruglio della gravel nella vallata feltrina

Terza edizione per Sportful Dolomiti Gravel. Appuntamento il 12 e 13 luglio a Feltre.

Sono passati 29 anni da quando la società ciclistica bellunese, “Pedale Feltrino” ha  organizzato per la prima volta la Granfondo Sportful Dolomiti Race. Ebbene, l’espansione gravel degli ultimi anni non poteva lasciare indifferenti gli organizzatori dello storico evento su strada, così tre anni fa è nata anche la versione gravel. Sportful Dolomiti ha ora una doppia anima che prende forma nei suoi loghi: il lupo è lo spirito della storica Granfondo e l’orso quello della novità gravel. Sportful Dolomiti Gravel è un’esperienza completamente differente rispetto alla granfondo: è un viaggio senza cronometro alla scoperta del territorio bellunese e trova senso nei percorsi che lo compongono, non nel traguardo finale.  

«Sportful Dolomiti Gravel vuole abbracciare il fenomeno gravel nel territorio feltrino e nel grande anello bellunese – racconta a Gravel magazine Federico Mele, head of global marketing di Sportful –. L’obiettivo di Sportful è diventare un brand leader all’interno del mondo gravel. Quello che ci tengo particolarmente a sottolineare è che questo evento  non è una gara, ma un’avventura che ha come denominatore il divertimento e la compagnia»

Alla Sportful Dolomiti Gravel si respira, quindi, il vero spirito gravellista in cui la libertà del pedalare si unisce al gusto della scoperta di nuovi territori e alla condivisione di una passione.

L’orso Yoghi più gravel che esista

Sono tre le proposte di percorsi di Sportful Dolomiti Gravel. I nomi dei tracciati sono legati, in maniera simpatica e divertente, all’iconico Orso Yoghi, personaggio animato nato nello scorso millennio. «Negli eventi su strada si è un po’ più seriosi e legati alla performance – aggiunge Federico – mentre il bello del gravel è essere anche più leggeri e più aperti al divertimento»

Il comune denominatore di tutti i percorsi è quello di voler far vivere a pieno sia la Val Belluna e sia la vallata feltrina, in modo tale da far scoprire gli scorci paesaggistici che ci sono. 

  • Yoghi: con i suoi 195 km e 3000 metri di dislivello attraversa tutto il grande anello bellunese e farà vivere a pieno la Val Belluna. Si affronteranno tutti e due i versanti del fiume Piave riuscendo, così, ad avere la possibilità di vedere tutti i due panorami:  sia quello verso le Dolomiti e sia quello delle Prealpi. 190 km non sono pochi, ma il bello sarà alzare lo sguardo dal manubrio e godersi il panorama. Ci saranno, inoltre, dei check point situati in diversi bar e piccoli locali, dove anche se non ci sono ristori organizzati, i partecipanti potranno comunque risposarsi e rifiatare. 
  • Ranger Smith: 79 km e 1300 m di dislivello, che porteranno le gravel ad attraversare il paese di Busche dando un orizzonte ancora più ampio su quella che è la vallata feltrina. 
  • Bubu: con i 55 km e 670 m di dislivello è il percorso più corto della terza edizione di Sportful Dolomiti Gravel. Si affronteranno tutti i paesi limitrofi a Feltre prima di giungere a Pedavena, uno dei luoghi più storici della vallata. 

 

Tutti e tre gli itinerari partiranno da Feltre e arriveranno a Pedavena, nel Parco della centenaria birreria, dove si svolgerà un momento conviviale sorseggiando la birra Gravel fatta da Birra Castello. 

Le iscrizioni chiuderanno il 10 luglio, clicca qui per non perdere l’occasione di prendere parte a questo evento.

Collabora con noi

Se sei appassionato di Gravel, non perderti l’occasione di condividere con noi le tue esperienze e i tuoi consigli. Inizia a scrivere per Gravel Magazine, compila il modulo qui a fianco per maggiori informazioni.