25 Agosto 2023

La gravel approda in Brianza

Nasce la Marathon Gravel, antipasto della 32ª edizione della Marathon Bike della Brianza: appuntamento il 2 e 3 settembre a Casatenovo, in provincia di Lecco.

“Se riesci a fare le cose bene, cerca di farle meglio. Sii audace, sii diverso, sii giusto” diceva Anita Roddick, una donna d’affari britannica, attivista per i diritti umani e l’ambiente, meglio conosciuta come la fondatrice di The Body Shop. Ed è nelle sue parole che si trova il senso dell’innovazione che gli organizzatori di Marathon bike della Brianza hanno espresso nell’edizione di quest’anno. Giunta alla sua 32ª sinfonia, infatti, la Marathon Bike ha deciso di espandere ulteriormente i suoi orizzonti, aggiungendo all’ormai classica Gran Fondo in mountain bike, un percorso totalmente dedicato alla gravel. «Fin dagli esordi siamo sempre attenti a portare delle novità – spiega l’organizzatore Ennio Decio –. Quest’anno abbiamo deciso di abbracciare il mondo gravel, in grado di attirare sempre più gente, sia chi è alle prime pedalate sia chi è più esperto». Nasce così la Marathon Gravel della Brianza, in programma il 2 settembre, che sarà il prologo della classica Marathon Bike che si terrà il giorno successivo, domenica 3 settembre, con la Point to Point Nazionale di 50 chilometri, aperta anche ai non tesserati.

Il percorso: tra innovazione e scoperta

Un percorso di 75 km con 1.400 m di dislivello attende i partecipanti alla primissima edizione della Marathon Gravel. «Abbiamo creato un itinerario totalmente diverso rispetto a quello della Marathon Bike – continua Ennio -. Questo perché, essendo la Marathon sempre stata un evento dedicato alla mountain bike, il suo percorso sarebbe stato di difficile esecuzione per la gravel».
Un itinerario lungo, ma senza spirito competitivo, che attraverserà strade sterrate e tratti di asfalto incontrando anche uno scopo turistico, tipico della filosofia gravel. Si attraverseranno, infatti,  quattro parchi collinari della Brianza che faranno da scenografia a questa pedalata: il Parco di Montevecchia e della Valle del Curone, il Parco Adda Nord, quello dei Colli Briantei e della Valle del Lambro.

Aperta a qualsiasi tipo di bicicletta, anche a pedalata assistita, la partenza avverrà alla francese dalla palestra comunale di via Volta di Casatenovo, in provincia di Lecco. Nessuna pressione dettata da prestazioni cronometrate: solo il piacere di scoprire parte del territorio brianzolo seguendo la traccia mappata dall’organizzazione della Marathon Bike tramite dispositivi GPS.

Una festa per il ciclismo

L’obiettivo di questa nuova edizione della Marathon Bike è creare un weekend di pura festa del ciclismo. «Aggiungere un percorso gravel, aperto a tutti, all’interno di una manifestazione classica significa, per noi, voler fare una vera e propria festa del ciclismo, in cui tutti si sentano partecipanti attivi» aggiunge Ennio. In questo senso, per non farsi mancare proprio nulla, anche quest’anno sarà presente il Kid’s Bike, un percorso da 0,7 a 2 km aperto ai bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 anni e 14 anni, in nome di un inclusività ciclistica che vuole abbracciare tutto il mondo delle due ruote, dai più grandi ai più piccoli.
Ma non è finita qui: il percorso gravel toccherà, infatti, punti di forte interesse ciclistico. In particolare, si avrà la possibilità di attraversare alcune parti della celebre Coppa Agostoni, storica corsa in linea di ciclismo su strada (è nata nel 1946, ndr.), che rientra nelle cosiddette “Classiche d’Autunno” e costituisce il Trittico Lombardo assieme alla Tre Valli Varesine e alla Coppa Bernocchi. 

Riccardo Magagna

Collabora con noi

Se sei appassionato di Gravel, non perderti l’occasione di condividere con noi le tue esperienze e i tuoi consigli. Inizia a scrivere per Gravel Magazine, compila il modulo qui a fianco per maggiori informazioni.