24 Gennaio 2024

Pavè 2024: comunicare l’ecosostenibilità pedalando

Torna, il primo weekend di maggio, “Pedalando a Venezia”, l’iniziativa firmata La Velostazione, fra talk, cinema e gravellate in total green.

“Pavè – pedalando a Venezia” torna a trasformare la laguna in uno spazio a misura di ciclista. Il bike festival, ormai famoso in tutt’Europa, si conferma anche quest’anno e, in occasione della sua terza edizione, il prossimo maggio, si tinge di verde. Sostenibilità, eco-rivoluzione, responsabilità e urgente cambio di rotta: queste le parole chiave, che collegheranno i vari incontri e i laboratori dei tre giorni di festival, così come i film scelti per le proiezioni serali. Ciclismo e ambiente: un connubio tra due filosofie, di per sé molto vicine, che saranno protagoniste di tutte le attività organizzate dall’associazione culturale La Velostazione e da i suoi collaboratori.

Pavè: dimmi dove e quando

Novità e continuità, come conferma il curatore del festival, Andrea Heinrich: il format della nuova edizione andrà di pari passo con quello dello scorso anno.
Per le giornate di venerdì 3 e sabato 4 maggio l’appuntamento è al M9 – Museo del ‘900 di Venezia Mestre, che ospiterà un ricco palinsesto di eventi gratuiti, previa iscrizione, fatto di talk, laboratori, seminari, nonché, come anticipato, la proiezione di due lavori appartenenti al grande cinema ambientalista e selezionati per l’occasione dal Film Festival della Lessinia. Queste due giornate al M9 saranno occasione per riflettere insieme sul tempo che viviamo, sulla grande responsabilità e il ruolo attivo che ciascuno di noi ha per la sopravvivenza del Pianeta Terra. Di quanto scelte come prediligere la mobilità sostenibile, in primis la bici, sia un gesto importantissimo di amore verso sé e il prossimo.
Nonostante il palinsesto sia ancora in fase di pianificazione – anticipa Heinrich –,  si tratterà anche quest’anno di un variegato panel di relatori italiani e stranieri, che si alterneranno tra video, interviste e domande del pubblico. Inoltre, anche per questa terza edizione è stata firmata una collaborazione con una fra le nazioni più all’avanguardia in termini di mobilità sostenibile: dopo Olanda e Germania, nel 2024 Venezia ospiterà la Svizzera”.

Non solo parole, ma gravel rides

Se i primi due giorni saranno, potremmo dire, più teorici, per permettere a tutti i partecipanti di comprendere a pieno il leitmotiv che ha spinto La Velostazione a proporre una terza edizione dell’evento, domenica 5 maggio il festival si sposta al Parco San Giuliano per la partenza delle due ormai celebri gravel rides sviluppate attorno alla Laguna di Venezia, comprendenti addirittura un ferry-boat dedicato ai partecipanti. Gli itinerari gravel per pedalare insieme sono: 

  • Il Classic La Lunga, con percorso da 140 km e due ristori,
  • e il Classic La Corta, da 90 km, con un solo ristoro.


Ai due Pavè Classic potrà partecipare complessivamente un massimo di 500 persone, limite che permette di garantire a tutti un posto sul ferry che ricondurrà i ciclisti e le cicliste sulla terraferma attraverso il Bacino di San Marco.

Le iscrizioni per i Classic sono state aperte il 15 gennaio e restano ancora pochissimi biglietti prima del sold out. Proprio per questo, come già capitato lo scorso anno, gli organizzatori hanno voluto aggiungere una traccia, la Urban: 50 km di strade periurbane sull’area metropolitana di Mestre, occasione per pedalare con la famiglia e i bambini. Diversamente da “La Lunga” e da “La Corta”, i posti per l’Urban sono illimitati e, anche se già aperte, le iscrizioni dureranno fino al 2 maggio. Tutti e tre i percorsi procedono lungo strade bianche, piste ciclabili, argini, sentieri e strade secondarie. In caso di pioggia, potrebbe esserci del fango: per questo motivo, per quanto l’evento sia aperto a tutti i tipi di bici, si consigliano gravel bike o mtb. 

BWC, la novità Pavè 2024

Grande novità di questa terza edizione è la fresca collaborazione con Brompton. La celebre marca inglese di bici pieghevoli, infatti, è entrata a far parte degli official sponsor di Pavè e per l’occasione, sempre il 5 maggio, il Parco San Giuliano ospiterà anche il “Brompton World Championship 2024”. Si tratta di un evento internazionale, dove ciclisti da tutta Europa si sfideranno in una gara Criterium su un circuito di 10 km appositamente progettato, in sella alle proprie folding bike e tweed. Insomma, un ultimo giorno di evento tra festa, dj set, birrette, altri talks e una sessione di yoga per ciclisti, in attesa del rientro dei 500 delle Classic. 

Per maggiori informazioni sugli ospiti, i costi e le attività vi consigliamo di visitare i canali social della Velostazione Venezia e il sito ufficiale dell’evento. Il link per le iscrizioni, invece, è https://www.pedalandoavenezia.com/event/gravel-ride/

Alice Tonello

Collabora con noi

Se sei appassionato di Gravel, non perderti l’occasione di condividere con noi le tue esperienze e i tuoi consigli. Inizia a scrivere per Gravel Magazine, compila il modulo qui a fianco per maggiori informazioni.